Articoli recenti

  • Reader’s 28 gennaio 2023 rassegna web di
    Insomma, solo determinate organizzazioni depositarie del marchio “massoneria” possono fregiarsi di essere massoniche. In Italia non vi è una legge al riguardo e ciò avrebbe favorito la proliferazione di moltissime organizzazioni sedicenti massoniche il cui scopo è l’affarismo e non certo “l’arcana sapienza”.
  • Reader’s – 27 gennaio 2023. Rassegna web di
    è chiaro che a “resistere” sono, di fatto, Nato, USA, UE mentre gli ucraini mettono “solo” decine di migliaia di morti, militari e civili, cinicamente sacrificati alla duplice e speculare follia di risolvere una controversia fra Stati attraverso una violenza che né riesce a respingere l’invasione russa, né consente ai russi di costringere l’Ucraina alla resa
  • Reader’s – 26 gennaio 2023 rassegna web
    Sul Corriere della Sera il dubbio ben rappresentato dalla illustrazione di Doriano Solinas. «C’è il pericolo che il gigantesco sforzo finanziario determini profitti per i produttori di armi più che apprezzabili risultati politici e la pace in Ucraina». Massino Nava sull’Europa e l’Occidente nella corsa al riarmo, dopo che Piero Orteca ci ha detto dell’economia russa che va molto meno peggio di quanto vorrebbero i suoi molti nemici. Mentre la nostra di casa paga di più sia le sanzioni che il gas non più russo. Conti economici da brivido, e molti dubbi.
  • Reader’s – 25 gennaio 2023. Rassegna web
    Oggi ho curiosato sulla stampa mainstream (ogni tanto è utile fare una passeggiata dietro le linee nemiche) e mi sono imbattuto in un titolo interessante su “La Stampa” di Torino: TITOLO “La Russia ha più uomini, mezzi, risorse; o la Nato entra in campo o Kiev perderà.” SOTTOTITOLO “Usa ed Europa sono davanti a scelte difficili: l’ipotesi di inviare truppe occidentali non può essere scartata.”
  • Reader’s – 24 gennaio 2023. Rassegna web
    Come il salariato aspetta il fine settimana per recuperare le forze, così l’intero Paese aspetta Sanremo per allontanare le brutte notizie per una settimana. E concentrarsi sui nuovi emergenti (questo farà strada, ma con quei tatuaggi però…), vecchie glorie che tornano (”sì, ma non lo vedi che è tutta rifatta?..”) e un Amadeus scacciapensieri (”sì però senza Fiorello…”)./Intercettazioni, Lorusso: «Basta bavagli ai giornalisti»/Dal disegno di legge Alfano alla riforma della giustizia Cartabia in discussione ora al Parlamento, il tentativo di impedire la pubblicazione anche parziale e controllata, come già deciso con precedenti disposizioni legislative, delle intercettazioni di pubblico interesse, viene riproposto dalla destra (ma non solo) a più riprese, come potete vedere e ascoltare nello spettacolo-manifestazione che segue, da me ripreso in video e diffuso su youtube nel giugno del 2009 (nandocan).
  • Reader’s – 23 gennaio 2023. Rassegna web
    Diitti o privilegi? Un dibattito molto interessante quello sulla frattura tra le generazioni sul diritto alla pensione suscitato dall’ intervento che segue di Alessandro Gilioli su Facebook / RegEni / La guerra americana alla Russia via Ucraina che disfa l’Europa / Amore genitoriale, amore erotico e amore fraterno universale.
  • Reader’s – 22 gennaio 2023 Rassegna web
    Vero o verosimile vale lo stesso. E il mondo delle fake news contro il quale tutti lottano non è così lontano dal quotidiano incedere dell’informazione assillata dalla crisi e dal livello zero delle verifiche e da quello altrettanto basso delle conoscenze specifiche. E corrosa dall’assenza di notizie scortesi e scomode.
  • Reader’s – 21 gennaio 2023. rassegna web
    ‘Lei è favorevole all’arresto di Messina Denaro?”. La domanda è rivolta all’anziano seduto nella piazza del paese del mafioso. Ecco, quando ascolto queste interviste, solidarizzo col vecchio impaurito e imbarazzato, perché è solo. Mentre mi dà ai nervi il cronista che si accanisce non capendo a quale pericolo esponga l’intervistato. Per fortuna i giovani manifestano contro la mafia e associazioni come Libera creano lavoro nelle aziende sequestrate. La resistenza c’è e ha capito: la criminalità organizzata si batte solo con l’onestà organizzata.
  • Reader’s – 20 gennaio 2023. Rassegna web
    Fare la riforma della giustizia varia se ci si sente più dalla parte delle vittime del reato o da quella degli imputati. Nel primo caso, il legislatore cerca di agevolare il processo affinché il cittadino colpito abbia il ristoro di una sentenza. Se invece i riformatori si immaginano più dalla parte degli imputati – perché magari molti loro amici sono incappati in vicende giudiziarie –  tendono a impedire la sentenza. 
  • Reader’s – 19 gennaio 2023. Rassegna web
    In Italia i super ricchi negli ultimi tre anni sono diventati ancora più ricchi mentre i poveri sono un milione in più. Altro che tassa piatta, serve una fiscalità più progressiva. Come Sbilanciamoci! con l’iniziativa Tax the Rich! proponiamo 5 semplici misure per redistribuire la ricchezza, ridurre le diseguaglianze, costruire uno Stato sociale a beneficio […]
  • Reader’s – 18 gennaio 2023. Rassegna web
    Ogni volta che ci torno provo una stretta al cuore per i danni arrecati da una turistizzazione senza regole che ha deturpato il suo capitale artistico, naturale e culturale per adattarlo alle necessità di un turismo che sfrutta il territorio e le risorse invece di valorizzarle. È di oggi la notizia di una raccolta firme “per lanciare il “Referendum Salviamo Firenze”, che include due quesiti referendari comunali dedicati a norme urbanistiche per impedire che “i ricchi del mondo si comprino Firenze”. Con un aumento sempre più forte del prezzo delle case e degli affitti, a fronte di beni e servizi sempre più a misura del turismo.
  • Reader’s – 17 gennaio 2023. Rassegna web
    L’arresto del boss mafioso significa la liberazione di una terra da un giogo soffocante. Crescere nella terra di Messina Denaro Cinzia Sciuto su Micromega.net Non più tardi di tre anni fa andai a vedere a Castelvetrano uno spettacolo teatrale che si intitolava “Ciao Matteo, dove sei?”. Il “Matteo” del titolo era Matteo Messina […]
  • Reader’s – 16 gennaio 2023. Rassegna web
    Il boss mafioso Matteo Messina Denaro è stato arrestato dai carabinieri del Ros, dopo 30 anni di latitanza. «L’inchiesta che ha portato alla cattura del capomafia di Castelvetrano è stata coordinata dal procuratore di Palermo Maurizio de Lucia e dal procuratore aggiunto Paolo Guido. È quanto apprende l’Ansa da fonti qualificate. / Marnetto: vorrei che la sinistra evidenziasse il nesso tra evasione e declino. Che la destra incitasse al patriottismo fiscale per far funzionare la Nazione. / Antonio Gramsci: Pazienza e perseveranza / Strana storia del sistema missilistico italiano chiesto in Ucraina che finisce in Slovacchia.
  • Reader’s – 14 / 15 gennaio 2023. Rassegna web
    Uno scrittore incredibile e gentile, una maestra sorridente a recitare proprio la parte della maestra in uno spettacolo teatrale improvvisato al momento, con i bambini a fare da pubblico e nello stesso momento in scena come protagonisti della pièce. Un esempio poetico e bellissimo di scrittura scenica. Lui, il barbuto e fintamente burbero scrittore, è Roberto Piumini, con la sua voce e la sua classe disegna parole inventando personaggi della fiaba che si dipana davanti a noi che assistiamo al miracolo della bellezza.
  • Reader’s – 13 gennaio 2023. Rassegna web
    Il talk è in crisi. E’ piatto, perché tutte le dichiarazioni sono prevedibili. Il politico del Governo dice che ha ereditato una situazione difficile. Quello di opposizione elenca le contraddizioni. Il professore dice che il problema è a monte. Il sondaggista segnala astensione anomala. L’opinionista avverte che il tema è più complesso. Per rompere questa monotonia si chiama il montanaro, l’astrologo, l’attore, la filosofa, ma la solfa non cambia. /Macelleria DonbassL’Atlantismo felpato del Presidente Mattarella /Viva Roma e gli artisti di strada! (video)
  • Speciale Reader’s 12 gennaio 2023
    Cosa c’era dietro le dimissioni di Benedetto XVI di Daniele Menozzi* Dopo la morte di Benedetto XVI si è sviluppata una discussione o, piuttosto, un “chiacchiericcio” come lo ha definito papa Francesco. Qui pubblichiamo una profonda riflessione di Daniele Menozzi sulle motivazioni che hanno portato l’ex papa alla rinuncia al suo ministero.  La […]
  • Reader’s – 12 gennaio 2023. Rassegna web
    Sai le risate al Viminale, mentre quelli dopo aver attraversato il deserto, essere stati rinchiusi nei lager ed essere stati ustionati dalla benzina fuoriuscita sul gommone, ora si beccano anche questa rottura di coglioni di fascista.
  • Reader’s – 11 gennaio 2023. Rassegna web
    DOVE VA IL PD? Intervistato dal Manifesto, l’ex segretario Nicola Zingaretti pur dichiarando il suo apprezzamento per l’insistenza che Elly Schlein pone sulla giustizia sociale e ambientale come obbiettivi del nuovo corso del PD, attende di leggere i programmi prima di pronunciarsi sulle candidature. Anche per lui quindi – come ha risposto ad Andrea Carugati – il PD dovrebbe “essere il partito della giustizia sociale e della difesa del pianeta, e far discendere i nostri comportamenti da questi presupposti. Questa doveva essere la vera novità del percorso di ricostruzione, in grado di ritrovare empatia con il nostro popolo. Invece siamo all’ennesimo rito della conta. In 15 anni il PD a cambiato una cosa sola: i segretari. Temo che ancora una volta, invece di affrontare i nostri limiti, si torni a coltivare l’illusione di poter prendere tempo”.
  • Reader’s – 10 gennaio 2023 Rassegna web
    Dall’amico Livio Zanotti, che dal Sudamerica nel quale vive anche attualmente dopo essere stato per molti anni corrispondente per il telegiornale RAI, dopo la buona notizia del fallimento di un tentato golpe in uno dei più grandi Stati del mondo ecco oggi una documentata analisi del ruolo svolto dall’informazione in questa “congiuntura esiziale non solo per il Brasile”. Al contrario della scarsa sensibilità dimostrata dal nostro servizio pubblico, giustamente denunciata invece dal sindacato dei giornalisti RAI nell’articolo che segue. E a contrasto con gli Attestati di Gentilezza consegnati alle persone che nel loro lavoro sono cordiali, segnalati dai loro clienti, di cui scrive Marnetto, da Remocontro apprendiamo di “sostegni e problemi, anche italiani” con i nuovi aiuti militari all’Ucraina. Ma, come spiega Piero Orteca sul sito, sempre bene informato, di Ennio Remondino, ” il vero chiodo nella testa degli americani non è Putin, ma Xi Jinping. E il comandante dei Marines in Giappone, in una intervista, spiega la futura guerra con la Cina” (nandocan)
  • Reader’s – 9 gennaio 2023. Rassegna web
    Scene di un caos oltre il limite della ragione visibile: migliaia e migliaia, 15, 20mila seguaci dell’ex presidente Jair Bolsonaro hanno invaso ieri pomeriggio la piazza dei Tre Poteri a Brasilia, centro istituzionale del maggior paese latinoamericano, e centinaia di loro hanno preso d’assalto Parlamento, Presidenza della Repubblica e Tribunale Supremo. Sono penetrati nell’emiciclo del Legislativo e nell’aula magna del Tribunale danneggiandoli vistosamente, vetrate e mobilia, scanni e pareti; mentre altri gruppi irrompevano contemporaneamente fin sul tetto della Presidenza, razziandone numerosi uffici al passaggio.
  • Reader’s – 7 gennaio 2023. Rassegna web
    La secessione dei ricchi.Tra le prime dieci regioni in Europa per livello di valore aggiunto industriale figurano ben tre regioni italiane. Sono, in ordine di graduatoria, la Lombardia, il Veneto, l’Emilia-Romagna. Non a caso le prime ad avere richiesto l’autonomia differenziata che il governo Meloni intende concedere in tempi rapidi, in base alla bozza di legge preparata dall’attivissimo ministro Calderoli. / PRIMARIE ON LINE – La Schlein propone di allargare le primarie PD con il voto on line. Apriti cielo, il misoneismo esplode: chi ne fa una questione di principio; chi di somiglianza ai grillini, come se fosse un male imitare idee intelligenti; chi di pericolo di brogli. Il fatto è che le consultazioni on line sono una cessione di sovranità dei capi. E chi sta nello stanzone non ha voglia di indebolirsi. /
  • Reader’s – 6 gennaio 2023. Rassegna web
    La Politica senza morale diventa arbitrio di una parte sull’altra. La governabilità senza morale non può mai essere Politica ma soltanto tirannia. Eppure questi sono stati, negli ultimi trent’anni, gli orientamenti politici della deregolamentazione. Orientamenti indirizzati verso una erosione dei diritti accompagnata dalla derisione dei doveri. Questo a partire dal mondo del lavoro!
  • Reader’s 4 gennaio 2023. Rassegna web
    Il bombardamento ucraino a Makiivka. 63 militari russi uccisi, come deve ammettere Mosca, forse riducendo il numero, o 400 come sostiene Kiev, forse esagerando? Per chi ha frequentato qualche guerra da vicino, la prima cosa che impara è che la morte non bada agli schieramenti, non distingue tra aggredito ed aggressore, tra buoni e cattivi. La morte è la risposta assoluta e irrimediabile a tutte le possibili stupidità umane, e chi la infligge per qualsiasi ragione merita il peggiore insulto che ciascuno di noi riesce ad immaginare. Più spregevole di lui, solo chi contabilizza quei corpi per usarli ancora una volta come arma, uccidendoli due volte.
  • Reader’s – 3 gennaio 2023 rassegna web
    A me interessa piuttosto tentare di cogliere il nucleo portante del suo pensiero, che mi pare essere consistito in una strenua, indefessa, ossessiva lotta contro quello che riteneva il maligno nemico avvelenatore della società contemporanea: il relativismo, dilagato a suo avviso dall’inizio del XIX secolo e pericolosamente disseminato dalla cultura filosofica moderna. Cos’è, in breve, il relativismo, che Ratzinger consideró come il diabolico nemico con cui non poteva venire a patti? E’ quel metodo di pensiero, e quell’orizzonte culturale, che invita a considerare come ineliminabili e insuperabili i limiti della conoscenza e dei linguaggi umani, che proprio per questo sono da considerare non assoluti ma “relativi”, e perció sempre parziali, fallibili, e dunque perfettibili.
  • Reader’s 31 dicembre 2022. Rassegna web
    Se non fossimo tanto indietro nell’evoluzione dell’homo sapiens, l’insensato spreco di risorse umane e materiali nelle guerre e nella corsa agli armamenti non sarebbe neppure concepibile. Ma non è vero che l’evoluzione proceda sempre con gradualità. Accade anche che vi siano dei “salti” da un’epoca all’altra, per un concorso di circostanze buone o cattive. E come le inattese dimissioni del Papa oggi scomparso consentirono alla predicazione di Papa Bergoglio di portare la Chiesa nella modernità, fuori dalla sua dimensione sacrale, così dalle sofferenze “globali” di questi anni potrebbe venire l’aiuto per una nuova consapevolezza del destino comune e di comuni obbiettivi. È il mio migliore augurio per il 2023. (nandocan)
  • Reader’s – 28 dicembre 2022 rassegna web
    “Un anno fantastico ricco di grandi momenti Ci piacerebbe condividere con te i momenti che hanno reso quest’anno indimenticabile e ispirarti a vivere nuove avventure nel 2023”.(dalla pubblicità di una rete di alberghi di lusso)
  • Reader’s – 27 dicembre 2022. Rassegna web
    Papi, re, presidenti fanno il discorso di fine anno. Se noi dovessimo fare altrettanto, che diremmo? /Brasile, un tir di benzina da far esplodere all’aeroporto e bombe dei sostenitori di Bolsonaro per impedire l’insediamento di Lula / Facebook, competenze e presunzione
  • Reader’s – 23 dicembre 2022 rassegna web
    Zelenski non è Churchill e Churchill non andava in giro vestito da soldato, ma come Churchill andò nel 1941 nella baia di Terranova per invocare l’intervento di Roosevelt nella II guerra mondiale, così ora Zelensky è andato in America per chiedere a Biden e al Congresso – che lo ha festosamente accolto – il pieno coinvolgimento degli Stati Uniti nella sua guerra personale contro la Russia.
  • Reader’s – 22 dicembre 2022. Rassegna web
    La prima visita del presidente ucraino all’estero in quasi un anno di guerra segna l’inizio di una nuova fase del conflitto contro la Russia e rinsalda l’alleanza con gli Stati Uniti. Con Joe Biden che annuncia un nuovo pacchetto di armi da quasi due miliardi di dollari, inclusi i Patriot. E assicura il sostegno a Kiev per tutto il tempo necessario, mentre il Cremlino – informa l’ANSA – reagisce con stizza avvertendo che non ci sarà alcun progresso sui colloqui di pace”
  • Reader’s – 21 dicembre 2022. Rassegna web
    Per la prima volta lunedì scorso, 19 dicembre, 5 mila tra delegati, attivisti e dirigenti Cgil hanno varcato le porte del Vaticano per essere ricevuti in udienza dal Papa. Un incontro che segue la grande manifestazione per la pace del 5 novembre scorso a piazza San Giovanni a Roma, dove al fianco del […]